Categories
Uncategorized

La musica di un ritratto

Anche stanotte abbiamo consegnato un ritratto.

Un ritratto, non è come realizzare le storiedipinte lo sappiamo bene, i video hanno dietro una regia, una composizione costruita sulle note della musica, un montaggio molto particolare del disegno ripreso in real time etc. etc.

I ritratti hanno comunque la loro musica, la loro storia, senza il racconto di chi ce lo commissiona sarebbe un disegno muto.

Non siamo ritrattisti.

ci hanno chiesto i disegni da regalare

Ma come possiamo fare?
Non siamo specializzati in ritratti.

Però siamo specializzati nel creare emozioni

Abbiamo deciso di mantenere la stessa formula di una storia dipinta.

Raccontaci una storia

noi, ne dipingeremo l’emozione

Ecco la formula, non cambia, prima di cominciare a realizzare il ritratto, ci facciamo raccontare la storia di chi lo riceverà e la storia di chi lo commissione, la relazione fra i due, e non vogliamo una foto “bella”, perché le foto belle, sono come una STORIA DIPINTA senza musica. Vogliamo una foto che abbia fermato un momento particolare, che abbia un significato importante unico.

logo storie dipinte

qual è la storia del tuo ritratto?

Hai mai pensato di regalare un ritratto, o averne uno tuo per te, per la tua famiglia?

Categories
blog dipinto

La pietra grezza

storie dpinte
quando la musica era a fior di pelle

Per molti anni ho fatto il musicista, ho studiato la tecnica delle percussioni etniche, lasciandomi affascinare da quella orientali.

Ho segretamente continuato a fare il grafico, e studiato tecniche diverse di comunicazione visiva e illustrazione.

La musica ha occupato gran parte della mia vita

Raccolgo esperienze che ho conservato nella dispensa del cuore (non si sa mai)

Poi, è arrivato il Covid.
Tutti fermi tutti a casa…
e adesso?
Dovevo creare una valvola di sfogo, dovevo fare qualcosa per non appassire.

Non potendo più suonare… lo ammetto

Ho ceduto solo una volta all’esibizione del balcone.

Ho cominciato a disegnare e dal cassetto ho tirato fuori quello che avevo accumulato negli anni.

(sapevo che sarebbero servite prima o poi)

Un vecchio sogno:

La storia del sole e della luna
Arriva lei.. la Luna
la messa in scena di uno spettacolo che negli anni avevo provato a produrre e che mai aveva avuto vita su un palcoscenico.

poi un giorno…

di molti anni fa

La mia amica/sorella/danzatrice/coreografa/Ape regina

Sara Pappalardo

Sara pappalardo lo mise in scena in una versione da lei interpretata e coreografata, rispettando un testo che era più letterario che teatrale.
Ma diede forma a quello che per me era una chimera.

( da solo non lo avrei mai fatto e ti ringrazio ancora oggi)

Stupendo, emozionante.
La determinazione di Sara (e propulsione sognante)
è stata determinante.

(Sara lo sai che non ricordo nemmeno in che anno fu?)

Comunque l’esperienza rimase nel cassetto
e solo in quei giorni di COVID venne fuori.

Solo quando stai male

puoi decidere di stare bene

Pensai:

e se la disegno per intero? Se la riscrivo magari, come poesia…

Nel frattempo il connubio artistico della mia vita prendeva una forma diversa incontrando Giada Trebeschi (di cui vi parlerò in seguito).

Giada Trebeschi
Fatto sta che comincio a disegnarePartì dal foglio bianco,  in fondo (pensai) conoscevo bene i miei personaggi
il sole e la luna mi hanno per anni accompagnato tantè che li porto al collo da trent'anni circa (il mio ciondolo è sole e luna insieme).
è Lui .. il Sole

La luna venne fuori naturalmente, il sole dopo un po’.
Dal cassetto riemergono Apollo, Afrodite,

La Luna.. musa ispiratrice, il Sole come Dio comune dell’uomo… e infine l’amore.

I disegni finirono, avevo raccontato tutto.

In mente, mentre disegnavo, avevo una voce femminile che la raccontava.

Il tono della voce era ben definito…

Doveva avere un cuore grande, un cuore come un abbraccio.

Chi se non un amica meravigliosa e bravissima come

lei?

Rita Abela?

Rita Abela

Sapevo che lei sarebbe stata in grado di cogliere ogni sfumatura, capace di raccontare semplicemente con la sua sensibilità.
Accettò.

Mancava solo la musica, visto che anche loro mi hanno accompagnato per una lungo periodo felice della mia vita

non potevo che rendere omaggio al progetto che più mi ha insegnato musicalmente e spiritualmente. Gli Aptal
Aptal, Giorgio Rizzo, Marco Corbino, Vassily Kakos

Fu incredibile e mistico ascoltare come le musiche erano dipinte sulle parole e sui disegni.

Fu completato il sogno. Il sole e la Luna erano li…

al di là dell’orizzonte.

Dopo la realizzazione fu come aprire una porta nuova, dove dentro trovai tutto quello che avevo accumulato e dimenticato. Così nacque storie dipinte, era solo l’inizio. Non avevo idea di dove avrebbe portato tutto questo, non sapevo cosa sarebbe successo.

Lo stile adesso è diverso…

In questo video (che ho il piacere e l’emozione di mostrarvi)
si capisce che è una versione “home made”.

Ma il cuore lo abbiamo mantenuto intatto

Da quel giorno tutto è mutato, ad oggi sono successe tantissime cose, tutto cambia, come la vita del resto, ma questo ve lo racconto un altro giorno.

buona visione.

Al di là dell’orizzonte